Kathmandu risorge

Le parole servono poco davanti a tale disastro, Darbar Square coi suoi numerosi templi, mi sembrava che fossero 38, non c’è più. Ma la popolazione sta dando una grandiosa prova di se: nessuno si piange addosso e tutti lavorano. Nessuno chiede aiuto, ma ne avranno bisogno, specialmente quando il Nepal sparirà dalle prime pagine dei…

La via delle bocchette in Himalaya

A Pangboche esiste un piccolo monastero, forse il più antico monastero del Khumbu, che custodisce uno scalpo attribuito allo yeti (più probabilmente un animale non identificato) e lo scheletro della mano di un vecchissimo lama morto in odore di santità. Per arrivarci, bisogna fare une deviazione mica male, e per questo, per fortuna, è poco…

Vista sul tetto del mondo

Alla fine, il tempo ha finalmente deciso di venirci incontro… Una mattina radiosa che più radiosa non si può, dopo la tormenta di neve che mi aveva accolto a Machhermo, ha finalmente permesso la marcia su Gokyo, 4-5 ore di cammino. Subito all’uscita dal villaggio, la vista del Cho Oyu, di oltre 8000, incoraggiava la…

Machhermo: a mezza strada per Gokyo

La partenza dal River Resort non è stata soft, ci aspettano 800 metri di salita alle volte veramente ripida, con numerose scale di pietra che faranno anche prendere quota rapidamente ma tagliano le gambe. Per di più è iniziato quasi subito a nevicare nel bel mezzo di una magnifica foresta di rododendri rossi e enormi,…

Alla ricerca dell’abominevole

L’immane tragedia che ha colpito il Nepal non dovrebbe consentire il prosieguo di questa cronaca. Se vado avanti, è solo perché non ho alternative. La terra ha iniziato a tremare mentre ero a casa di Lhakpa pronto per ripartire, già con lo zaino in spalla. C’era stata subito la sensazione che era successo qualcosa di…

Nella terra degli sherpa senza tempo: Khunde e Khumjung

Andare da Namche a Khunde è un viaggio a ritroso nel tempo. Namche è  una cittadina con coffee shops, centro massaggi, panetterie tedesche, pubs irlandesi, pizzerie italiane e mi fermo qui. Sopra Namche c’è una pista per aeroplanini ormai in disuso, e già qui di turisti se ne vedono pochi. Sopra ancora, al di là…

Al cospetto di Sua Maestà: in diretta dal Khumbu

A metà della famigerata rampa su Namche c’è un posto che ha fatto la storia: la prima vista dell’Everest, che forse è più romantico chiamare col suo nome originale che purtroppo è ingiustamente poco popolare: Sagarmatha, o la Dea Madre Delle Nevi. Eccolo quindi il Sagarmatha che fa capolino per qualche istante dai nuvoloni. Da…

A metà strada per Namche : in diretta dal Khumbu

Eccoci nel cuore del Solu-Khumbu! L’areoplanino spunta fra i nuvoloni ed il pilota esegue un atterraggio da manuale a Lukla à la mode dei piloti tailandesi (Thai, smooth as silk). Subito mi viene incontro Purna, sveglio ragazzo Tamang che mi porterà parte del bagaglio nelle prossime due settimane. Partenza immediata e attraversiamo il paesino che…

Gli occhi della dea: in diretta dal Khumbu

Di ritorno a Katmandu 40 anni dopo la prima visita non ci si può esimere dai confronti prima vs dopo. Scagli la prima pietra chiunque riesca a evitarli, ed io non la scaglio di certo. E allora eccomi qui ad unirmi al coro, dicendo quanto brutta è diventata questa città, soffocata da traffico, smog, sporcizia,…

Sud dell’India: visto da lei

I viaggi, nel tempo, diventano ricordi, se sono stati belli saranno dei buoni compagni, se speciali ci si affezionerà come ad una parte di sé e, nonostante le filosofie più in voga al momento ripetano a gran voce che per vivere bene bisogna vivere il “qui e ora”, io segretamente mi tengo i ricordi belli…

Una invernale alle Lofoten: visto da lei

Ad un certo momento si è formato un pensiero nella mente, si è cristallizzato e ha preso forma, e vedere l’aurora boreale è diventato l’obiettivo. Dal quel momento tutto mi parlava di lei e ovunque girassi lo sguardo mi sembrava un richiamo irresistibile. Incredibile come si può vivere anni senza pensare a certe cose e…

Le mille anime di Barcellona

Barcellona è una città gentile. Lo è la sua gente, il suo clima, il suo paesaggio, almeno per me. Mi viene in mente una vecchia canzone che diceva: If you are going to San Francisco, be sure to wear some flowers in your hand… e questa città se li meriterebbe i fiori, eccome. Le cose…

Giro d’Italia in 8 giorni: visto da lei

Secondo la teoria che gli opposti si attraggono, eccoci in pieno inverno a desiderare di migrare verso sud. E un bel giorno partiamo in direzione più a sud possibile, verso il Salento così come fanno gli uccelli migratori. Senza una meta fissa iniziamo a scendere per l’Italia aspettando ispirazione. Ad un tratto vediamo scritto il…

Gli onsen del Giappone visti da lui

Viaggiare in lungo e in largo in questo strano paese potrà sicuramente darvi tante dritte su come si possono sviluppare civiltà così lontane dalla nostra, ma andare in un onsen è il miglior modo di conoscere il Giappone. Gli onsen sono le stazioni termali o bagni pubblici. Se all’aperto, si chiama rotenburo. Essendo il Giappone…

L’altro Giappone: visto da lei

L’anno scorso, tornando da un viaggio in Giappone breve ma di grande soddisfazione, mi è caduto lo sguardo sulle ultime pagine della guida Lonely Planet, dove si parlava degli arcipelaghi delle isole tropicali molto più a sud dell’ultima grande isola che compone il paese. Si tratta di arcipelaghi di isole piccolissime all’altezza di Taiwan nel…

Villa Barbarigo

Colli Euganei, un lembo di Francia: visto da lei

Scoperta assai casualmente, mentre trascorrevo una settimana alle terme di Abano con una amica, la zona dei Colli Euganei si è rivelata un vero gioiello forse oscurato dalle vicine città d’arte più note e sfolgoranti quali Venezia, Padova, Chioggia e la ricca natura limitrofa del delta del Po, i canali sul Brenta, e così via.…

La metà del mondo, nove anni dopo: visto da lui

Isfahan, fondata nel 600 nel cuore della Persia, sopportò varie dominazioni, perfino Mongoli e Afgani, fu distrutta e ricostruita innumerevoli volte, fiorì nel XVI secolo sotto i Safavidi e oggi possiede gioielli architettonici da urlo. La lista delle città gemellate con Isfahan la dice lunga: Firenze, San Pietroburgo, Istanbul, Barcellona, Cairo e altre ancora. Per…

Iran: visto da lei

Il primo impatto con il suolo persiano mi procura una certa apprensione, e mi accorgo che in effetti era latente da un po’ dentro me… All’atterraggio le garrule turiste nell’aereo si azzittiscono alla ricerca nelle proprie borse del fazzoletto che le accompagnerà per tutto il viaggio. Ordine tassativo: testa coperta!  Così coperte sfiliamo verso l’uscita…

Cuba, adesso o chissà: visto da lei, approvato da lui

La partenza di questa avventura è stata molto… avventurosa!!! Una sera invernale, una cenetta tra amici, i soliti sogni di viaggi che si fanno durante i mesi invernali per evadere. Ma non trovavamo la meta con cui sognare. Disaccordo, chi diceva montagna, chi voleva il mare: un classico. Alla fine un marito viene fuori con…