Un piccolo Paese abitato da una grande gente

KathmanduUltimo giretto serale a Thamel prima di lasciare il Paese, noto un’insolita animazione in un crocicchio che causa un ingorgo più pazzesco del solito e, naturalmente, mi ci ficco. Per terra, il disegno stilizzato del Nepal, la sua bandiera nazionale (per inciso, l’unica nazione al mondo con bandiera non rettangolare), qualche scritta in nepali, una in inglese maccheronico IMG_1533(HEARTEELT CONDOLANCE) ma non importa, si capisce benissimo lo stesso, ed un mucchio di candele. Ad un certo punto, silenzio (si fa per dire col traffico e i clacson intorno), tutti in piedi fermi per molto meno di un minuto, un timido applauso di 3 (tre) secondi e tutti ad accendere le candele. IMG_1532Poi, si sa, le candele nepalesi mica sono di qualità come le nostre, c’è un leggero venticello, si fa fatica ad accendere, così tutti a turno ad aiutare gli organizzatori facendo del proprio meglio. Il tutto dura non più di mezz’ora e poi ognuno fa ritorno alle sue incombenze. Un modo di commemorare le vittime senza fanfare, discorsi insulsi, autorità, messe solenni, benedizioni, applausi cronometrati, etc etc.
IMG_1520Così finisce la mia piccola avventura in Nepal, piccolo Paese abitato da una grande gente. Namaste.

Annunci

Lascia un Commento se vuoi.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...